Feugiat nulla facilisis at vero eros et curt accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril.
+ (123) 1800-453-1546

Related Posts

Una casa sicura, anche per i più piccoli, è possibile!

Gli incidenti domestici sono una delle prime cause di ricovero dei bambini negli ospedali. Evitare i rischi si può.

L’ANSA riporta così la notizia:

“Evitare gli incidenti domestici si puo’. E’ a casa che i bambini si fanno male e i traumi gravi avvengono proprio, spesso, giocando, fra le 4 mura di casa. Ma il 20% delle morti in età pediatrica tra 1 e 14 anni è evitabile. A renderlo noto è l’ospedale pediatrico di Genova ‘G.Gaslini’, che ha avviato la realizzazione di una rete pediatrica dei Pronto Soccorso degli ospedali pediatrici per la sorveglianza degli incidenti, come spiega sul suo stesso sito. ”Il trauma da incidente è la seconda causa di mortalità (20,3%) in età pediatrica dopo il tumore (30,9%) – spiega Paolo Petralia, direttore generale del Gaslini – Per prevenire queste morti evitabili è necessario rafforzare la sorveglianza, e il contributo della rete degli ospedali pediatrici italiani (Aopi) potrà essere certamente significativo”. Parte infatti dal Gaslini la realizzazione di una rete pediatrica dei Pronto Soccorso degli ospedali pediatrici italiani per la sorveglianza degli incidenti. ”Dopo una prima fase di sorveglianza in cui il solo ospedale pediatrico partecipante e’ stato il Gaslini – continua – si è voluto allargare la partecipazione a tutti gli altri pronto soccorso degli ospedali pediatrici italiani e la rete dell’Aopi ha aderito, costituendo insieme all’Istituto Superiore di sanità (Iss) un gruppo permanente di lavoro integrato a livello europeo”.

Dai dati raccolti dall’Iss attraverso il sistema SINIACA-IDB si stima che in Italia ogni anno accedano al pronto soccorso per incidente (o violenza) oltre 1,1 milioni di bambini, di cui il 31% per un incidente domestico. Il 50% degli incidenti domestici è dovuto a caduta. Nei bambini più grandi altro problema sono le ferite da taglio (nei maschi 10-14 anni sono il 10,8%). Per i bambini più piccoli invece, oltre alla caduta, c’è l’inalazione o ingestione di corpo estraneo, le ustioni e l’intossicazione.

Il 40% degli incidenti domestici avviene giocando, mentre il 7% all’atto del nutrirsi per i rischi legati alla cucina. “

Fonte: www.ansa.it