Feugiat nulla facilisis at vero eros et curt accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril.
+ (123) 1800-453-1546

Related Posts

Quando il medico di base diventa davvero fondamentale

Quando il medico di base diventa davvero fondamentale

Nei giorni in cui il contagio correva veloce, giorni che purtroppo sono coincisi con le festività natalizie, grande è stata la confusione e grandi sono apparsi i limiti della burocrazia. Persone positive che potevano ancora circolare, perché il green pass, non era stato sospeso, persone guarite che non potevano riprendere la quotidianità perché il sistema non aveva ancora ricevuto i dati dell’avvenuta guarigione.

High angle portrait of African-American boy taking covid test during examination in medical clinic, copy space

I decreti successivi sono intervenuti per semplificare la trafila e per rendere più veloci la trasmissione d’informazioni necessarie per la sicurezza pubblica. Dal 6 Gennaio, per esempio il certificato di guarigione con il conseguente rilascio del green pass avvengono con l’invio di un test negativo sulla piattaforma del Ministero della salute o su piattaforme satelliti, come quelle della farmacia in cui si è effettuato il tampone. In tempi brevi si riceverà il codice Authcode via SMS o email e il green pass sarà scaricabile sul sito dedicato www.dgc.gov.it oppure disponibile sulle App Io o Immuni.

Il medico di base è ancora protagonista della lotta al covid

Sotto questo rispetto sembrerebbe che ASP, USCA e medici di base non sono più anelli necessari e ineludibili della catena burocratica-sanitaria, ma si incorrerebbe in un grosso sbaglio. Infatti con il caricamento di un tampone autosomministrato sull’App si ripristina solo il certificato precedente, che non tiene conto dell’avvenuta guarigione e non modifica i parametri che da questa conseguono.

Per ottenere il super green pass coerente con il rispettivo stato rispetto alla malattia, contagiato, guarito o vaccinato con quante dosi, serve comunque un certificato sottoscritto dal medico di base e trasmesso alle ASP.

Da oggi, ogni professionista potrà avvalersi di un ausilio informatico per snellire la procedura d’invio dei dati dei propri assistiti, al fine di ottenere un certificato di guarigione nel minor tempo possibile, nel massimo della facilità. Grazie a un gestionale medico come neoPed, collegato al TS al SAC e al SAR di tutte le regioni, ogni medico è protagonista attivo di questa complessa rete di dati e comunicazioni per giocare un ruolo fondamentale alla lotta contro il covid.