Feugiat nulla facilisis at vero eros et curt accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril.
+ (123) 1800-453-1546

Related Posts

neoPed Gestionale Pediatrico
Title Image

Notizie

L’OMS e le maggiori organizzazioni internazionali evidenziano come l’obiettivo terapeutico, nel caso della tosse secca, dovrebbe essere quello di alleviarla con rimedi sicuri, emollienti, così da favorirne il normale decorso. Il glicerolo è un emolliente particolarmente indicato nel caso di tosse secca sia per la sua azione reidratante della gola, sia per la sua capacità protettiva nei confronti dei recettori periferici che innescano il riflesso della tosse, un fenomeno ricorrente nel bambino, specialmente durante il periodo invernale.   Un problema comune in età pediatrica Le statistiche evidenziano come un bambino in buona salute sperimenti fino a una decina di episodi l’anno d’infezioni otorinolaringoiatriche o

L’obesità è una delle patologie del nuovo millennio e, per la maggior parte dei casi, deriva da cattive abitudini. Raramente infatti è generata da una malattia genetica o endocrina, quasi sempre invece è la conseguenza di piccoli, continui squilibri positivi tra assunzione calorica e spesa energetica. Purtroppo i genitori tendono a riconoscere solo tardivamente l’eccesso di peso nel loro bambino, sottovalutando gli errori alimentari e lo stile di vita sedentario che ne sono alla base. Lo spiega la Società italiana di pediatria in occasione dell’Obesity day del 10 ottobre. In Italia, a dieci anni, 2 bambini su 10 sono in sovrappeso e

IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO (FSE) Il Fascicolo si attiva dal momento in cui l’assistito dà il consenso alla sua alimentazione e consultazione. Al suo interno possono confluire tutte le informazioni sanitarie che descrivano lo stato di salute dell’assistito – esami di laboratorio, terapie, anamnesi, ecc. – e verranno inserite dal suo Medico di famiglia e dai vari specialisti che egli consulterà. Tutte le informazioni e i documenti che costituiscono il FSE sono resi interoperabili per consentire la sua consultazione e il suo popolamento in tutto il territorio nazionale e non solo nella regione di residenza dell’assistito. Questo permette all’assistito una maggiore libertà

Da piccoli gourmet, da grandi senza pancia. Nascondere le merendine o proibire le patatine fritte non serve. Anzi, nella lotta all`obesità infantile può fare più danni che altro. Lo dicono i pediatri americani del Center for Childhood Obesity Research in Pennsylvania: i "divieti della nonna" fatti propri dai genitori incentivano i bambini alla trasgressione alimentare. La ricetta è l`auto-controllo, in altre parole responsabilizzare fin da piccoli a scegliere il menu più adatto ai loro desideri. Negli Stati Uniti, dove l`obesità in età pediatrica e non solo, ha ormai le dimensioni di un`epidemia, si sta diffondendo una nuova tendenza educativa. Ne discutono

"Nel campo della prevenzione primaria della patologia aterosclerotica, la frontiera del futuro, che è iniziato da tempo, ma che ora sta dando risultati concreti nei test sugli animali e speriamo presto nell'uomo, è quella di un vaccino antiaterosclerosi". Così Francesco Romeo, presidente di 'Il cuore siamo noi - Fondazione Cuore e Circolazione Onlus' e past president della Società Italiana di Cardiologia, a margine della conferenza stampa, organizzata oggi a Roma in occasione della Giornata Mondiale del Cuore. "Il colesterolo ossidato è il principale fattore patogenetico di questa malattia - spiega Romeo - e si sta lavorando con alcuni gruppi di ricercatori, tra

TUTTI I BAMBINI… UN UNICO STIVALE! 11 – 13 Ottobre 2018 Centro Congressi Riva del Garda Tutti i bambini hanno necessità di poter godere della stessa assistenza con un’erogazione delle cure omogenea in tutta Italia con l’obiettivo di ridurre al minimo le differenze oggi esistenti. Oggi nel nostro paese ci troviamo di fronte a grandi differenze regionali nelle scelte e nell’organizzazione sanitaria che creano opportunità diverse di diagnosi, presa in carico e cura a bambini con gli stessi diritti. Tutti i bambini hanno necessità di poter godere della stessa assistenza con un’erogazione delle cure omogenea in tutta Italia con l’obiettivo di ridurre al minimo le differenze oggi esistenti. Anche nel

Sterilizzare ciucci e biberon. Lavare le mani con regolarità. Pulire l’ambiente con saponi e salviettine profumate. Tutto per difendere i bambini dai batteri. Forse troppo. Lo dice Diabimmune, uno studio, finanziato dall`UE, che sta cercando di verificare se davvero la rimozione di batteri rafforzi i sistemi immunitari dei nostri bambini. Diabimmune riunisce partner da Estonia, Finlandia, Germania, Paesi Bassi e Russia. Per la ricerca verranno arruolati 7000 bambini provenienti da Finlandia, Estonia e Carelia, nella Russia nord-occidentale. In ciascun Paese verranno seguiti più di 300 bambini dalla nascita fino al compimento dei tre anni. Altri 2000 bambini verranno osservati dal compimento

Il Congresso Regionale Congiunto “0-18: Una sfida possibile, difficile, necessaria” si svolgerà dal 18 al 20 Ottobre 2018 presso Palazzo San Zosimo a Siracusa. Si tratta di un evento che coinvolge le sezioni siciliane di cinque società scientifiche che afferiscono alla pediatria e che, per il quarto anno, celebrano in maniera congiunta il loro appuntamento scientifico annuale. I presidenti del congresso sono il dott. Nicola Cassata, il dott. Giuseppe Alletto, la dott.ssa Vita Antonella Di Stefano, il dott. Francesco Guglielmo, il dott. Maurizio Elia. Il Presidente onorario è il prof. Giovanni Corsello. Il presidente del Comitato Organizzatore Locale è il

Gli istituti sono liberi di scegliere se accettare le autocertificazioni, come previsto dalla circolare Grillo-Bussetti, o invece esigere dalle famiglie il documento Asl originale «Va ritirato l’emendamento che rinvia l’esclusione della frequenza per i bambini non vaccinati: se passa, abbiamo per quest’anno scolastico un rischio per la salute». Sono state parole dure quelle di Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi, intervenuto martedì in audizione alla Camera nell’ambito dell’esame del disegno di legge Milleproroghe. «Ci sono diecimila bambini che non possono vaccinarsi per varie ragioni - ha aggiunto -. E assegnare questi bambini a classi particolari non è possibile sia dal punto di vista