Feugiat nulla facilisis at vero eros et curt accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril.
+ (123) 1800-453-1546

Related Posts

neoPed Gestionale Pediatrico
Title Image

Notizie

Verso una pediatria sempre più tecnologica e "connessa" ai pazienti Il digitale sta modificando in maniera significativa tutte le fasi della presa in carico del paziente, dalla prevenzione alla cura, fino al post ricovero, grazie a strumenti quali la Telemedicina, la Cartella Clinica Elettronica, l’Intelligenza Artificiale e le Terapie Digitali. La crescita della spesa per la Sanità digitale conferma il ruolo strategico del digitale per innovare l’attuale modello sanitario: nel 2018 la spesa per la Sanità digitale è cresciuta del 7%, con un valore pari a 1,39 miliardi di euro, rafforzando il trend di crescita iniziato l’anno precedente con un aumento

Cosa deve esserci sempre nella borsa di un medico Per i medici che iniziano ad approcciarsi al lavoro, dopo aver terminato gli studi, il principale riferimento da tenere a mente resta il “Bollettino d’informazione sui farmaci” pubblicato dall’Agenzia del farmaco (visionabile qui). In tale documento (utile per la verità ad ogni medico, al di là della sua esperienza) si distinguono gli strumenti necessari e quelli utili al fine di rendere efficiente qualsiasi visita domiciliare o caso di emergenza. Ovviamente, il contenuto della borsa di un medico non può rifarsi solamente alle indicazioni fornite dell’Agenzia del Farmaco, bensì necessita di alcuni accorgimenti dati

GUIDA: Prima sostituzione come medico di base e pediatra Trovare lavoro come sostituto medico: i consigli Dopo aver conseguito la laurea in Medicina Generale ed aver quindi ricevuto l’attestato di laurea dopo sei faticosi anni, lo studente (o ex-studente) ha due scelte davanti a sé: lavorare o continuare a studiare (o anche entrambe, per i più temerari). C’è da dire che le prospettive lavorative per uno studente di medicina sono davvero ottime. Secondo i dati pubblicati da Almalaurea, il tasso di occupazione è del: 46,5% per tutti i medici che hanno conseguito i primi 6 anni di studio95% per tutti i medici che abbiano

Come aprire uno studio medico Se sei un medico, e stai pensando di aprire un tuo studio, potresti sentirti scoraggiato di fronte alla burocrazia e alle tante normative da seguire. Lo studio medico è il luogo in cui il professionista sanitario svolge la sua professione senza intermediari, del resto: è un punto di riferimento per il paziente, un posto in cui tutti devono e possono sentirsi al sicuro. È evidente che rispettare le leggi assume un’importanza fondamentale. Come aprire uno studio medico, dunque? Scopriamolo insieme. Come aprire uno studio medico: le norme da seguire Le leggi a cui fare riferimento, se si vuole aprire

neoPed attiva il servizio di telemedicina per tutti i tuoi pazienti neoPed ha rilasciato l'App gratuita per i pazienti Medicami. Avrai a disposizione un canale sicuro e dedicato alla comunicazione "medico - paziente" Attivando Medicami ai pazienti potrai: effettuare visite in Teleassistenza inviare Ricette direttamente sul loro smartphone scambio di Documenti e foto Chat istantanea o differita ricevere Appuntamenti senza dover rispondere al telefono e molto altro ancora Medicami è gratuita al 100% e già inclusa in neoPed Vuoi autorizzare i tuoi assistiti ad usare Medicami ? Premi qui e leggi come fare

7 Consigli per la sala d'attesa del tuo studio medico La sala d’aspetto è il primo spazio dello studio medico o del poliambulatorio con cui il paziente entra in contatto, ma molto spesso è anche l’ultimo pensiero di chi gestisce lo studio. Tuttavia, proprio perché è qui che il paziente trascorre diverso tempo prima di una visita, progettare la sala al meglio può fare la differenza. È possibile, infatti, inserire nella sala d’attesa alcuni accorgimenti e migliorie, per trasmettere sin da subito l’idea di maggiore professionalità ed affidabilità. Come illuminare una sala d’attesa L’illuminazione è un fattore molto sottovalutato, tuttavia determinante, che condizionerà

La FIMP rilascia le Disposizioni per i pediatri per la fase 2 dell’emergenza Covid-19   L’epidemia di Covid-19 condizionerà ancora per lungo l’organizzazione e le modalità di erogazione dell’assistenza da parte di tutto il sistema sanitario e pediatrico. Per ora appare certo che durante l’erogazione delle visite si manterrà ancora per molti mesi il rischio associato alla presenza potenzialmente significativa di casi COVID-19 e di possibile contatto con il virus.   La FIMP rilascia delle disposizioni per affrontare in modo adeguato e stabile le varie problematiche organizzative. L’apertura della Fase 2 dell’emergenza COVID-19 comporta alcune modifiche nell’ambito delle attività professionali dei Pediatri. Pur mantenendo in atto tutti

Motricità fine: tante idee e giochi fai da te per allenarla divertendosi. E’ naturale compiere gesti quotidiani come sorseggiare un buon caffè oppure pagare il parcheggio alla macchinetta automatica, ma cos’hanno in comune queste azioni? Piccoli movimenti, coordinati e precisi. Afferrare la tazzina con la giusta pressione e portarla alla bocca, rallentare e infine bloccare la mano, giusto in tempo per non versarsi il caffè addosso. Dal punto di vista cognitivo e motorio è uguale ad infilare la tessera del parcheggio nella fessura della macchinetta al primo colpo, senza dover fare più tentativi anche se è la prima volta che ci

Dobbiamo fare di tutto per limitare gli spostamenti e ridurre la diffusione del virus Covid-19 Per limitare gli accessi agli ambulatori dei medici di base e dei pediatri di libera scelta ai soli casi strettamente necessari, sono state date anche indicazioni specifiche per le ricette dematerializzate (DPC COVID/15240 del 19 marzo 2020) Con neoPed puoi inviare ai tuoi pazienti le ricette di cui hanno bisogno in modo semplice e veloce SENZA farli venire in ambulatorio Ecco come fare: Crea la ricetta per il tuo paziente clicca sul tasto "INVIA", scegli come opzione "Invia come allegato e-Mail", la ricetta dematerializzata arriverà immediatamente sull'email del paziente Il paziente potrà stamparla o mostrarla al farmacista

La verità aiuta i bambini a risolvere i problemi Un genitore dovrebbe evitare di censurare le sue emozioni negative davanti ai figli. I bambini più hanno a che fare con mamme e papà che si mostrano stressati o arrabbiati, senza nascondere nulla, più hanno uno stretto rapporto con loro. A dirlo è una ricerca della Washington State University e delle Università della California a Berkley e a San Francisco che è stata pubblicata sulla rivista scientifica Emotion. Lo studio è stato condotto su 109 genitori con i loro figli. I piccoli, tra 7 e 11 anni sono meno reattivi e con