Feugiat nulla facilisis at vero eros et curt accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril.
+ (123) 1800-453-1546

Related Posts

neoPed Gestionale Pediatrico
Title Image

Notizie

Il messaggio di medici e farmacisti è risultato valido: il governo concede la proroga alla ricetta elettronica Ci sarebbe da fare un'indagine approfondita sulle cause che spingono l'attuale esecutivo ad avere timore, sembra, di qualunque dispositivo elettronico, ma non ce ne sarebbe il tempo. Quel che adesso è importante e che dà parecchio sollievo a medici e farmacisti, è che il governo abbia ascoltato le loro richieste, meglio dire proteste, e abbia concesso la proroga alla ricetta elettronica, che rimane valida fino al 2023. Il decreto milleproroghe, approvato in mattinata, conferma l'efficacia di un provvedimento adottato in stato di emergenza nazionale in

Violenza sulle donne, un fenomeno sistemico e istituzionalizzato. Anche in pediatria. Sfogliando un giornale, i report circa la violenza sulle donne hanno una triste cadenza giornaliera. Eppure, nonostante la frequenza, una notizia, presentata tra le altre, ci convince del carattere totalmente accidentale ed episodico del fenomeno. In fondo la cronaca di femminicidio o di un abuso sessuale, proprio in virtù della loro eccezionale gravità, ci trova estranei e pronti a relegare i fatti ad azioni atroci, appannaggio solamente d'individui borderline, messi ai margini della società. Eppure tutti siamo rei. Se non di un crimine maggiore, siamo rei di reiterare uno schema sociale

Antibiotioco-resistenza: ci stiamo dirigendo verso un'epoca pre-penicillina? Abbiamo accolto la penicillina, a ragione, come uno dei più grandi trionfi di umana fattura: una vittoria della vita sulla morte, la panacea di tutti i mali potenzialmente esiziali. Trasportati dall’entusiasmo, abbiamo però tratto un’inferenza sbagliata pensando di essere diventati immortali solo perché più longevi e abbiamo incominciato ad abusare di antibiotici nell’errata convinzione che potessero fare solo bene. Ma questa nostra convinzione sta per trovare una resitenza

Triplendemia: l'allarme dopo la pandemia arriva da tre fronti Tra contagi, tamponi e indice di ospedalizzazione, negli ultimi due anni l’informazione sanitaria e la nostra attenzione sono state monopolizzate dal SARS-CoV-2, ma adesso è tempo di aggiornare il nostro vocabolario. Benvenuti nella stagione della triplendemia: l'allarme dopo la pandemia arriva da tre fronti. Allarme triplendemia, ma cos'è?  Quali saranno le mode della prossima stagione in fatto di malanni? Per chi è stufo del covid, quest’anno c’è l’imbarazzo della scelta e per orientarsi, basta seguire le giuste influenze: SARS-CoV2, RSV (virus respiratorio sinciziale), e influenza di tipo A e B. Sembra essere allarme triplendemia. La novità

Ricetta dematerializzata o ricetta medica digitale: quali sono le novità? Ricetta dematerializzata. L’eco di questo nome si propaga nello spazio e nel tempo. Il nome 'Ricetta dematerializzata' o ricetta medica digitale, che dir si voglia, rimandano al futuro, perché è una promessa di novità che conviene a medici a pazienti. Ma, fuor di immagini poetiche, che cos’è la ricetta dematerializzata e, soprattutto, quali sono davvero i suoi vantaggi e perché sarà lo standard della medicina del domani? Ricetta dematerializzata, cos’è? Ecco le novità La ricetta dematerializzata è l’evoluzione della ricetta rossa cartacea, ovvero la sua alternativa digitale. La prima grande differenza, come preannuncia il

Bilancio di Salute: la cura inizia quando si sta bene C'è un motto preciso che regola i Bilanci di Salute: la cura inizia quando si sta bene. Il ruolo del pediatra, infatti, va ben oltre la visita di routine, da effettuare quando il bambino presenta un malessere fisico particolare. Un buon pediatra deve avere a cuore la salute del bambino sempre e deve accompagnarlo durante la sua crescita. Per questo motivo ogni volta che è tempo, bisogna effettuare un Bilancio di Salute. Cos’è un Bilancio di Salute? Il Bilancio di Salute è una visita generale e completa per accettarsi che lo sviluppo infantile proceda

FSE: la chiave della telemedicina Le associazioni di settore lo dichiarano, il governo sembra avere accolto come pertinente l’argomento: c’è davvero necessità di una rete d’assistenza per la nostra Rete d’assistenza. E no, non è un superfluo gioco di parole. Quel che l’esperienza pandemica ci ha lasciato in eredità infatti è l’indispensabilità di un SSN pubblico, accessibile e intelligente, tale da poter erogare i suoi preziosi servizi anche e soprattutto online. Il sodalizio tra medicina e informatica non è un vezzo, non è una moda, ma un’opportunità enorme da cui la medicina tradizionale può trarre incredibili vantaggi, diventando più efficiente, più economica,

Il tempo della rivoluzione anche nella sanità A guardarci intorno, sembra di poter dire con certezza che è il tempo della rivoluzione, anche nella sanità! OMS, Commissione Europea, Ministero della salute è da anni che lodano le potenzialità del digitale e insistono affinché il settore medico-ospedaliero le accolga, ma è stato solo grazie al covid che sono state apprezzate in tutta la loro utilità. Durante lo stato pandemico, quando il contatto fisico e le visite in presenza erano fortemente sconsigliate, il nostro smartphone e il nostro pc sono state le nostre finestre sul mondo e ci hanno permesso di sopperire ai nostri bisogni,

Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo: perché lo sport è una palestra di vita C’è un’attività al tempo semplice e complessa, che nasconde dietro un’apparenza dilettevole un valore fondamentale. Quando si parla d'infanzia, di salute e di neurosviluppo, si deve assolutamente dedicare tempo e attenzione allo sport e a quel che rappresenta nel processo di crescita di ogni bambino. Per questo oggi si celebra la giornata internazionale dello sport per lo sviluppo. Che sia di gruppo o solitaria, ogni attività sportiva infatti interessa il bambino a 360°, dalla coscienza del proprio corpo al riconoscimento e al mantenimento di relazioni con gli

La giornata mondiale della consapevolezza sull'autismo: perchè deve essere ogni giorno La consapevolezza non è data per tutti, quindi oggi è una data a cui prestare davvero attenzione. Il 2 Aprile ricorre la Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo. Non c’è necessità di parlare di questo argomento, ce n’è bensì 600.000: tante quante le persone coinvolte, perlomeno in Italia. Se le nozioni sono utili per orientare le azioni, bisogna definire bene l’autismo, o meglio i Disturbi dello Spettro Autistico (DSA), come dei disturbi del neurosviluppo caratterizzati da deficit comunicativi e comportamentali, le cui cause sono ancora ignote. Una malattia moderna, il primo a usare il termine